News

Errore in viaggio: Sydney

Milan Schipper era in T shirt e con una giacca leggera, quando è atterrato in Nova Scotia dove soffiafa forte una bufera di neve. Il suo piano originale in realtà era quello di visitare zaino in spalla l’Australia, prendere il sole e ammirare i panorami costieri prima di iniziare l’università questo autunno. Il  teenager olandese si è però trovato a 10,000 miglia di distanza da Sydney (Australia), osservando un paesaggio innevato. Quel paesaggio era si Sydney, ma nella Sydney sbagliata, in Canada. Milan ha decisamente commesso un errore in viaggio. Una decisamente più fredda cittadina di 32,000 anime in Nova Scotia, nella costa orientale del Canada. Ha cercato il bilgietto online: da Amsterdam a Sydney. È stato colpito da una tariffa particolarmente interessante: 214$, molto al di sotto della media.

Ha iniziato a preoccuparsi del suo tragitto quando durante lo scalo a Toronto, ha visto quale sarebbe stato il suo prossimo aereo: decisamente troppo piccolo per la traversata del Pacifico. I suoi sospetti sono stati confermati quando, salito a bordo dell’aereo, ha dato un occhio alla flight map presente nello schermo del sedile davanti a lui. “Ho visto che l’aereo sarebbe andato a destra invece che a sinistra. È stato a quel punto che ho capito che saremmo andati nella Sydney sbagliata”. “È stato terribile. Penso di aver imprecato nella mia testa per tipo 10 minuti. In ogn caso, non c’era più niente che potessi fare: eravamo già in aria”.

In t shirt, è atterrato a Sydney, in Nova Scotia, dove gli abitanti per giunta stavano scontando i disagi di una fitta bufera di neve, con vento a 90 km/h e 10/15 cm di neve. È riuscito a rintracciare in aeroporto degli addetti della compagnia aerea, per spiegare l’accaduto. Se avesse voluto raggiungere l’Australia da lì, il biglietto gli sarebbe costato ben 1.600 $ e altre 30 ore di viaggio: un errore in viaggio decisamente costoso! Ha così deciso di tornare a casa. Schipper non è il primo turista che finisce nella Sydney sbagliata, ma anche dei nostri connazionali sono incappati in questo “erroruccio” di valutazione. Quando la notizia si è sparsa, Schipper ha detto che una compagnia aerea gli ha offerto un biglietto per l’Australia, ma pare che dopo questa disavventura, non sia intenzionato a partire!

Vi è mai capitato un errore in viaggio del genere?

Tags: , ,

Un Commento

  1. Pingback: I migliori festival musicali estivi! - I Viaggi di Ulisse

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


quattro + = 8

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>